I colori di Corian®

Corian® è legato storicamente al colore bianco, ma oggi sono molti di più i colori disponibili. Omogenei in tutto lo spessore del materiale, colori e texture non sbiadiscono con il passare del tempo e resistono ai raggi UV.

Bianco e tonalità di bianco

Corian® è stato esclusivamente Glacier White per tanti anni, perché il bianco è il colore naturale derivante dalla sua composizione. Ancora oggi, quando si parla di Corian®, il primo colore che viene in mente è il bianco. Tuttavia, nei cinquant’anni trascorsi dalla nascita di questo materiale, DuPont ha realizzato diverse tonalità di bianco, in tinta unita e pigmentate, che hanno contribuito alla diffusione di Corian® nel settore ospedaliero e negli ambiti della cucina e del bagno.
I colori chiari sono a tutti gli effetti i più resistenti ai segni dell’usura, si ripristinano velocemente e hanno un’ottima resa estetica.

Simulazione di altri materiali

Oltre alle tinte unite, Corian® esiste anche in versione texture effetto marmo e granito, con venature e graniglie più o meno evidenti. In questo modo si può godere dell’estetica delle pietre, evitandone l’estrazione che causa danni spesso irreversibili per l’ambiente.

Per conoscere l’intera gamma di colori disponibili, visita il sito di Dupont Corian®.

Scopri tutti i colori

Vantaggi e svantaggi di alcuni colori

Tra tutti i colori di Corian®, alcuni sono più adatti alle superfici di lavoro, altri alla realizzazione di inserti colorati, altri ancora alla retroilluminazione.
Per le superfici di lavoro si consigliano il bianco e le tonalità chiare, più facili da pulire e da ripristinare in caso di piccoli danni. I colori scuri sono da utilizzare di comune accordo con chi trasforma il materiale, scegliendo la qualità e il tipo di finitura della superficie in base all’obiettivo da raggiungere.

Vuoi approfondire il tema dei colori o farti consigliare la tonalità giusta per il tuo progetto? Scrivici.

    E-mail

    Nome

    Cognome

    Il tuo messaggio

    Ho letto e accetto la Privacy