Pulizia e manutenzione del Corian®

La pulizia e la manutenzione di Corian® sono molto semplici. Liscio e non poroso, Corian® non assorbe alcuna sostanza, pertanto le macchie restano in superficie e si rimuovono con facilità, mentre graffi e piccoli danni si riparano usando una spugnetta abrasiva.

Come pulire una superficie in Corian®

Per la pulizia di una qualsiasi superficie in Corian® sono sufficienti una spugna e un detergente comune o una soluzione a base di ammoniaca. L’uso di una spugna abrasiva scotch-brite bagnata, anche senza alcun prodotto di pulizia, è la soluzione per lo sporco più tenace: basta imprimere un movimento rotatorio passando la spugna sulla macchia e uniformare poi la superficie adiacente per mantenerla omogenea.

Come eliminare le macchie difficili

Le macchie di aceto, caffè, tè, succo di limone, ketchup, vino rosso, coloranti alimentari e oli vegetali, solitamente considerate difficili, sulla superficie in Corian® si eliminano come tutte le altre. Si consiglia di usare una spugna e un detergente o una soluzione per la pulizia delle superfici a base di ammoniaca. Macchie più tenaci come quelle di polline di giglio o zafferano si puliscono con un po’ di candeggina, che va risciacquata in fretta con acqua calda. La superficie va poi asciugata con un panno morbido.
Le macchie accidentali provocate da sostanze chimiche come sverniciatori, prodotti di pulizia specifici o contenenti cloruro di metilene, acidi, smalti per unghie, prodotti a base di acetone, inchiostri, rossetti etc. vanno eliminate subito con acqua e sapone per evitare di danneggiare il piano di lavoro. Tutte queste sostanze, che rientrano tra i reattivi di Classe 1, alterano in modo permanente le superfici di Corian® solo dopo un contatto di 16 ore, pertanto è fondamentale una pronta rimozione delle sostanze chimiche.

Come eliminare le macchie provocate da acidi

Corian® non è raccomandato per superfici di lavoro dove si utilizzano reagenti della Classe 2, tuttavia una macchia causata dal contatto con una sostanza di questo tipo – come per esempio l’acido cloridrico (10M), l’acido formico (>50%), l’acido fosforico (>75%) e l’acido solforico (>77%) – si elimina quasi sempre con normali detergenti domestici. L’importante è che l’esposizione a tali sostanze avvenga per un tempo molto limitato.

Come eliminare il calcare da una superficie in Corian®

Quando il lavello della cucina in Corian appare macchiato, spesso è colpa del calcare che ha assorbito le sostanze alimentari. La prova è presto fatta: se si lascia agire un po’ di candeggina diluita con l’acqua, in pochi minuti il lavello torna bianco, perché il calcare è stato sbiancato. Per questo il consiglio è di usare sempre un anticalcare nelle superfici a contatto con l’acqua.
Anche in bagno, se intorno al tubo di scarico o ai rubinetti si formano tracce di calcare, usare una spugnetta non abrasiva e un normale prodotto domestico per la loro rimozione, quindi sciacquare con acqua calda e asciugare con panno morbido.

Come eliminare macchie persistenti e piccoli graffi

Corian® è l’unica superficie ripristinabile con la pulizia di tutti i giorni.
In caso di macchie persistenti o piccoli graffi, si consiglia di usare una spugna abrasiva tipo scotch-brite bagnata: passare la spugna sulla macchia o sui graffi con movimenti rotatori, avendo cura di uniformare anche la superficie adiacente per non vedere differenze di opacità.
L’uso della spugna abrasiva è così efficace che la superficie appare come nuova.

Come prendersi cura di Corian® in cucina

Forte e durevole, Corian® resiste con facilità agli urti, ai graffi e all’usura quotidiana. Non è insolito che preparando da mangiare o cucinando, coltelli, piatti e pentole causino graffi e piccoli bozzi. Sulle superfici in legno, sull’acciaio inox e sui laminati i danni da taglio o da trascinamento rimangono per sempre, mentre su quelle in Corian® si possono togliere con una semplice spugna abrasiva scotch-brite, avendo cura di uniformare con un passaggio tutta la superficie adiacente. E se i danni sono più consistenti? Niente paura: un tecnico li può riparare realizzando un inserto dello stesso materiale, senza lasciare tracce.

Cosa fare e cosa non fare in cucina

  • Non appoggiare sul piano in Corian® la pentola appena tolta dal piano cottura e usare sempre un poggia pentole per distanziare il fondo caldo dalla superficie
  • Aprire l’acqua fredda mentre si scola la pasta e altre pietanze bollenti e raffreddare sempre la pentola prima di appoggiarla sul fondo del lavello
Hai qualche dubbio su come pulire o prenderti cura di una superficie in Corian®? Scrivici.

    E-mail

    Nome

    Cognome

    Il tuo messaggio

    Ho letto e accetto la Privacy